Nebel Eich

“In una società di decadenza,l'arte se veritiera,deve mostrare la decadenza. E se non vuole perdere la sua funzione sociale,l'arte deve mostrare un mondo in grado di cambiare e aiutare a cambiarlo.”

 

Mi è stato chiesto di scrivere qualche riga su di me e sui miei lavori ma penso che se posso approfittare di un mio spazio dove poter dire chi sono,non è tanto importante dove sono nata o cosa ho fatto,penso sia piu’ utile e inerente scrivere qualcosa sul mio pensiero,che è l unico a poter dire davvero qualcosa di me e di conseguenza su cio’ che faccio.

Se la funzione dell’”artista” è quello  sopra citato,voglio invitare tutti a fare una riflessione,la stessa che ha aiutato me ultimamente.

Nei quadri che vedrete sono presenti emozioni,stati d’animo,vomitati su tela dove spesso e volentieri,vengono rappresentati soggetti ciechi o meglio accecati da cio’ che è troppo orrendo da poter vedere,stanchi di guardare cose che non gli piacciono,che non funzionano come dovrebbero.

Essi  sono diretta conseguenza di cio’ che nel mondo appunto non funziona e che porta l’uomo, a sentirsi sempre piu’ solo e frustrato,specie se pensante.

 

Da poco ho capito che fino ad ora mi ero limitata a mostrare come tutto cio’ che non va mi faceva sentire.

Solitudine.

Violenza.

Frustrazione.

Sterilità.

Mancanza di possibilità.

Futuro negato.

No stimoli.

Continui lavaggi del cervello.

Chiusura mentale.

Cattiveria.

 

E’ tempo di cambiare,di rivoluzionare le cose e questo parte da ognuno di noi nel nostro quotidiano.

E’ tempo di aprire la mente.Di non permettere piu’ a nessuno di farci sentire impotenti.

Questa società ci annienta ,Ci fa sentire inutili schiavi ,ci riempe ogni giorno la testa di stupidi modelli sociali ed economici non lasciando spazio alla possibilità di vedere ALTRO per se’ stessi e per gli altri.

 

Apriamo gli occhi.Documentiamoci.Informiamo.Agiamo.

Ma questa società è fatta da singoli individui, e questi spesso ci feriscono.

A volte siamo cosi’ chiusi nei nostri problemi personali che non capiamo che è tutto molto piu’ ampio.

Che se una parte di quelle forze impiegate nell’arrovellarsi il cervello trovassero sfogo nel cercare di fare quello che vogliamo,che ci fa stare bene,che secondo noi migliorerebbe le cose non solo per noi,ma a livello globale,avremmo molti piu’ risultati.

 

Spezziamo le nostre catene.

Rompiamo i legami con le cose che ci fanno stare male. Impegnamoci per cambiare le cose che dipendono da noi,lavoriamo su noi stessi per essere ogni giorno delle persone migliori e sempre piu’ libere,nella testa e nel cuore.

 

Vi ho detto che vi avrei espresso il mio pensiero,ma questo è estremamente esteso e complicato.

Per farsi capire bisogna mantenere un punto di vista neutrale, che non ferisca nessuno,ma è difficile tenere fede a questa premessa, in quanto non basterebbero mille pagine per evitare che il discorso diventi banale,scontato, pieno di tutto e pieno di niente.

 

Cio’ che intendo è che ogni essere pensante compie un percorso.

E chi ha già intrapreso il suo viaggio verso la conoscenza,verso la sua verità (unica e personale) puo’ cogliere il sincero ,e privo di ogni presunzione ,stimolo che queste mie parole sperano di suscitare nell’animo del lettore.

Ogni cosa che desideri,ogni persona che tu desideri essere…vivila.provaci.

Documentati sulle tue curiosità dandoti i tuoi tempi.

Comincia.

Capisci.

Diffondi,non con la presunzione di plasmare l’altro verso la tua via,ma con l’intento di condividere la tua conoscenza.

Parla,discuti dei tuoi dubbi  cosmici.

Questi sono discorsi che vale la pena affrontare.

Sii il cambiamento che cerchi.

Sii lo specchio di cio’ che vuoi .

Mostra cio’ che di positivo vedi e discuti dei difetti in maniera costruttiva.

Usa il tuo cervello,ha un’enorme potere.

Non lasciarlo annichilire.

Supera i tuoi limiti,conosci te stesso e tutti i tuoi malesseri guariranno.

 

Fino ad ora tutto il male ,tutte queste cose mi hanno solo fatto sentire senza piu’ voglia di vedere,è momento di aprire gli occhi,rimetterli al loro posto ed usarli da filtro per mostrare la causa del loro precedente annichilimento per far si che cio’ non accada mai piu’.

 

Solo guardando in faccia la realtà,accettandola per quello che è, si possono cambiare le cose.

 

 

Cenni Biografici

Nebel Eich (Maria Napoli) nasce il 23.12.90 a Napoli un luogo altamente repressivo e annichilente per la sua personalità dove vive anche atti di violenza a causa di cio’.

Per fortuna ha la possibilità di scoprire l’estero all’età di 15 anni da prima verso Londra ,il suo primo amore, e poi Berlino, la sua meta spirituale.

E’ fuori dalla realtà napoletana, e sicuramente fuori anche da quella italiana,che inizia il suo percorso interiore dove deve capire da quali insegnamenti è giusto distaccarsi e quali,spesso totalmente estranei alla cultura di appartenenza, è giusto abbracciare.

Tra enormi contrasti  interiori e costante confusione riesce lentamente a tessere se stessa,cercando ogni giorno di liberarsi dalle catene dell’ignoranza che il suo posto di nascita le imponeva.

L’estero rappresenta un tassello fondamentale della sua personalità perché è solo li’ che inizialmente è riuscita a sentirsi viva e davvero libera,stimolata,invogliata a crescere e ad aprire la sua mente.

Grazie ad un percorso spirituale molto individuale ora la ricerca della pace non è diretta verso un luogo ma verso se stessa.

Da sempre l’unica via di uscita da tutto cio’ che la circondava è stata l’arte,la poesia,la musica ma senza avere mai la possibilità di studiare cio’ che davvero desiderava.

Infatti Nebel Eich non ha mai studiato arte,mai prese lezioni.

Tutti i suoi lavori sono frutto di esercizio esclusivamente personale,infatti è solo dopo un viaggio a Berlino nel marzo del 2011 che trova il coraggio di esporre dopo soli pochi mesi che aveva trovato il coraggio di credere in se stessa e iniziare a finalmente a dipingere .

Da li’ la prima esposizione in strada con la migliore amica,pittrice anche lei dallo stesso tempo,che ha aperto le porte a molte altre sino ad oggi e spera,che sara’ cosi’,fino al suo ultimo respiro.

Per lei la libertà è in una tela bianca e il pennello è la sua arma.

 

 

Curriculum vitae :

-Street indipendent Expo (Roma 2011)
-Expo presso "Il Gente" ( Roma 2011)
-Expo presso il "Villaggio Globale" (Roma 2011)
-Expo "Mostra sul Tevere" ( Roma 2011)
-Expo presso la "degliZingari Gallery" - "Street in gallery" (Roma 2011) (dove viene selezionata per la permanente in galleria per un anno )
- Expo presso la galleria "A2 associazione culturale/Cargo20" - " I Moti dell'anima" ( Verona 2011)
-Expo sul decadentismo presso "Town House" (Roma 2012)
-Esperienza di Live Painting su pannello (una volta a settimana per un mese ) presso Generazione P. precaria (ex cinema preneste 2012)
-Parete & Porta in un appartamento a Berlino (2012)
-Tre concorsi di poesia vinti presso “Aletti editori”(con possibilità di pubblicazione su libro,di cui solo una ha fatto pubblicare ) ( dal 2007 al 2009)
-Vincita del concorso di poesia “Habere Artem” presso “Aletti editore” con pubblicazione su libro,che sarà pubblicato nella seconda metà di Novembre 2012

Contatti :

Nebel_Eich@hotmail.it
www.wix.com/nebel_eich/artistpainter (website)

 

 

Sinergy Art Studio

 

via di Porta Labicana, 27

Roma - San Lorenzo

 

www.sinergyart.it

sinergyartstudio@gmail.com

tel. 06 89538915

mob. +39 349 2510537